Manca

S
0
0
g
0
0
h
0
0
m
0
0
s
0
0

al prossimo turno

PRO PATRIA

PRO PATRIA

  • Classifica
  • Mantova 80
    Padova 77
    L.R. Vicenza 71
    Triestina 64
    Atalanta U23 59
    Legnago Salus 56
    Giana Erminio 53
    Lumezzane 53
    Pro Vercelli 53
    Trento 51
    Virtus Verona 47
    PRO PATRIA 46
    AlbinoLeffe 45
    Pergolettese 45
    Renate 45
    ArzignanoChiampo 44
    Novara 43
    Fiorenzuola 38
    Pro Sesto 35
    Alessandria (-3) 19

PRO PATRIA- FIORENZUOLA 1-1

 
Serie C/a 2023-24, 14^ giornata, ore 14.00
Busto Arsizio, 18 novembre 2023 – Stadio "Carlo Speroni"
 
Pro Patria - Fiorenzuola 1-1: 29’ Bondioli (F), 76' Stanzani (P)
 
PRO PATRIA (3-5-2): Rovida; Miretti, Lombardoni, Moretti; Somma (26’ st Vaghi), Marano (26’ st Stanzani), Fietta (16’ st Bertoni), Ferri, Ndrecka; Pitou (44’ st Citterio), Castelli (1’ st Parker). 
A disposizione: Mangano, Saporetti, Bashi, Renault, Caluschi, Zanaboni - Allenatore: Riccardo Colombo
 
FIORENZUOLA (4-3-3) Sorzi; Silvestro, Potop, Bondioli, Sussi (22’ st Gentile); Musatti (22’ st Oneto), Di Quinzio (1’ st Di Gesù), Nelli ; Anelli (36’ st Omoregbe), Ceravolo (44’ st Nava), Morello. A disposizione: Guadagno, Alberti, Seck, Coghetto, Oddi, Beretta - Allenatore: Francesco Turrini
 
Arbitro: Sig. Andrea Zoppi di Firenze (collaboratori Martinelli di Potenza, Cozzuto di Formia; quarto ufficiale Bianchi di Prato)
 
NOTE: giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Spettatori 600 circa (245 abbonati), sei ospiti. Osservato un minuto di silenzio in memoria di tutte le vittime della strada. In tribuna Gianluca Andrissi, responsabile dell'Inter per i giocatori in prestito. 
Ammoniti: Ferri, Lombardoni e Fietta (P); Sussi e Sorzi (F)
Angoli: 5-6
Recupero: 3’+ 5’
 
La Pro Patria, prende solo un brodino nello scontro salvezza col Fiorenzuola, rischiando anche di non prendere anche quello, portando a casa un punticino dopo essere andata in svantaggio, contro la modesta squadra emiliana.
Allo “Speroni” finisce 1-1, al termine di una prestazione non certo esaltante per i tigrotti, a tratti sconcertante, per l’ennesima volta sono andati sotto sugli sviluppi di una palla inattiva. Nella ripresa il neoentrato Stanzani ristabilisce la parità, poi il timido tentativo di forcing finale della squadra di Colombo non sortisce effetti. Molto ma molto da rivedere, molto su cui lavorare, per centrare l'obiettivo minimo stagionale, la salvezza.
 
Colombo ne ha fuori tre a centrocampo (Mallamo, Nicco e Piran), recupera Minelli dietro, piazza Fietta in regia e affianca Pitou a Castelli in attacco. Dall’altra parte, con Stronati squalificato, Gonzi, Cremonesi e Nava infortunati Turrini schiera 4-3-3 con Ceravolo al centro dell’attacco.
Prima del fischio d'inizio, il capitano biancoblu Giovanni Fietta, ha deposto un mazzo di fiori sotto lo striscione che ricorda Andrea Cecotti, giocatore tigrotto scomparso 36 anni fa, dopo essere stato colpito da un malore in campo, durante la gara Treviso-Pro Patria.
 
L’avvio biancoblu sembra essera promettente. Dopo neanche un minuto, Pitou strappa un pallone al limite dell'area piazzando un insidioso cross rasoterra in area, Marano stoppato al momento del tiro. Primi dieci minuti di gioco, meglio la Pro che tiene ritmi alti ed insiste sulla sinistra con Pitou decisamente ispirato, contro un Fiorenzuola non certo trascendentale.
Al 23’ primo tiro verso lo specchio per il Fiorenzuola: cross di Silvestro per Di Quinzio che in girata manda la palla alta sopra la traversa.
Due minuti dopo clamorosa occasione fallita dalla Pro. Errore di Morello che regala palla a Castelli con un retropassaggio fuori misura, l'attaccante a tu per tu con Sorzi calcia sull'esterno della rete. Bustocchi che continuano a insistere con i lanci lunghi e con il retropassaggio degli esterni sui difensori centrali.
Poco prima della mezz’ora la doccia gelata con il Fiorenzuola che si porta in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio di punizione di Morello il pallone attraversa tutta l'area bucando la difesa bustocca, Bondioli ne approfitta e mette alle spalle di Rovida ed ennesimo gol incassato dai tigrotti su palla inattiva. 
La reazione biancoblù è impalpabile, per una squadra raccapricciante, senza idee e soprattutto senza nerbo, si va al riposo sullo 0-1, con la Pro Patria gravata anche da tre ammonizioni; Ferri, Lombardoni e Fietta.
 
Un cambio per parte in avvio di ripresa. Nella Pro in attacco fuori Castelli e dentro Parker, per il Fiorenzuola fuori Di Quinzio e dentro Di Gesù. Nei primi minuti la squadra di Colombo abbozza una reazione, ma senza creare grossi grattacapi al portiere ospite Sorzi. Le uniche azioni degne di nota sono due. La prima al 10' tiro di Parker sugli sviluppi del secondo corner della ripresa: Sorzi si tuffa e para in presa. La seconda cinque minuti dopo. Punizione di Pitou che taglia tutta l'area, pallone rimesso al centro e allontanato ad un passo dalla linea di porta dai rossoneri. La svolta arriva al minuto 71. con due cambi, fuori Marano e Somma, entrano Stanzani e Vaghi. Biancoblù che passano ad un attacco a tre con Stanzani e Parker affiancati e Pitou, alle loro spalle, libero di spaziare.
Passano cinque minuti e i biancoblu, trovano il pareggio. Ndrecka va via sulla sinistra e mette in mezzo, Stanzani irrompe sul primo palo e supera Sorzi. Per l'attaccante bolognese è il quinto centro stagionale. 82' lo stesso Stanzani spreca la chance del possibile sorpasso. 86' gli opsiti reclamano per una trattenuta di Moretti su Ceravolo nell'area bustocca, l'arbitro però lascia correre. Nei cinque minuti di recupero, vano assedio biancoblu, che non trova sbocchi.
Finisce 1-1, la Pro Patria, interrompe la striscia negativa di quattro sconfitte, ma rimanda ancora una volta l’appuntamento con la vittoria casalinga che manca ormai da 286 giorni.
 
 
La rete di Stanzani (Foto Blitz)