IL DERBY DEL 1980 - 81

7

7 Dicembre 1980

PRO PATRIA- LEGNANO 1- 0

PRO PATRIA: Brevi, Sartirana, Riccardino, Bernardi (71░ Fabris), Bartezzaghi, Moroni, Marchetti, Rovellini, Bardelli, Cerrone, Frara.
In panchina: Paciarotti, BonafŔ, Baiguera, Orgneri. All. Hoefling

LEGNANO: Belletta, Rota, Liquindoli, Pellegri, Lesca, Savino, Ticozzelli, Zitta (75░ Norbiato) Onorini, Xotta, Puricelli.
In panchina: Pastori, Fortunato D., Fostinelli, Terreni All. Maroso

Arb. Perdon˛ di Firenze
Spettatori oltre 5.000
Marcatore: Paolo Frara al 7 pt.

Un derby interessante che offre molti spunti, l'esordio sulla panchina del Legnano dell' esperto Peo Maroso in sostituzione di Lello Crespi, i giovani tigrotti (quasi tutti Under 23) che stanno facendo molto bene in campionato, tra cui spicca Massimo Rovellini nato e cresciuto nella cittÓ del Carroccio ma a suo tempo ritenuto non idoneo dai resp. delle giovanili legnanesi, la presenza di Frara vero incubo per i legnanesi, di Bardelli bomber indiscusso del campionato, la voglia di riscatto dei biancobl¨ dopo i due derbies del campionato precedente, dove hanno rimediato una sconfitta per 2-1 al 90░ su rigore e un 2-2 casalingo; nelle file dei cugini militano l'ex bomber tigrotto Puricelli, Lesca "Mabilia" ultimo rimasto della generazione che ha combattuto i derbies dalla fine degli anni 60, ma soprattutto Claudio Zitta che aveva sdegnosamente rifiutato le proposte fattegli dalla societÓ biancobl¨ la stagione precedente accasandosi poi proprio dai cugini e nei derbies precedenti si era rivelato buon giocatore si, ma anche con un bel caratterino e senza poi fare troppa differenza tra palla e pallone.
Insomma il solito fascino del derby tra Pro Patria e Legnano.

Si parte con i legnanesi in avanti a forzare il ritmo, biancobl¨ pronti alla replica, inzio vibrante e piacevole, specialmente quando al 7░ Paolo Frara s'invola in contropiede sotto la tribuna centrale, supera Liquindoli sullo scatto lasciandolo sul posto, punta deciso verso l'area di rigore si beve Savino, appena passata la linea dei 16metri batte a rete Belletta intercetta con il corpo il pallone gli rimbalza sulla sinistra, "Cicciobello" prontissimo riprende e deposita in rete, colpendo per l'ennesima volta i legnanesi.

La partita Ŕ valida, molto agonismo in campo da entrambe le parti, gioco veloce con belle giocate, gran ritmo e correttezza anche sugli spalti.
Gli uomini di Maroso compiono un vero sforzo nel tentativo di rimontare, ma sono i biancobl¨ ad avere le migliori occasioni, un'azione combinata Marchetti, Rovellini palla in mezzo, velo del Bomber sfera sui piedi di Cerrone che spara un tiro secco che esce a fil di palo con Belletta immobile.

Scambio sul fondo campo Marchetti-Frara tunnel ai danni di Pellegri cross per Bardelli colpo di testa che il numero uno del Legnano para; dall'altra parte Brevi deve sbrigare qualche qualche calcio d'angolo ma niente pericoli concreti.

Savino, Onorini e Zitta da una parte Rovellini, Cerrone Marchetti e Frara, dall'altra sono decisamente i protagonisti dell'incontro, specialmente i due esterni il tigrotto Marchetti e il legnanese Savino su fasce differenti si producono in spunti interessanti.

Al 31░ Frara si esibisce in un dei suoi numeri, dribbling secco e partenza bruciante Liquindoli lo rincorre invano cross per il Bomber pronto in area, interviene Lesca che libera ....con una mano, l'arbitro Perdon˛ (di nome e di fatto) giudica involontario il tocco.

Sul finire del tempo grande occasione per il Legnano, un rapido rovesciamento di fronte trova la difesa della Pro sbilanciata Onorini pesca l'ex Puricelli solo dentro l'area in posizione un p˛ defilata, lascia scendere il pallone, s'inarca con la schiena per caricare il tiro sembra un goal giÓ fatto, ...ma alza alle stelle.

Nel secondo tempo la gara ripropone il gran ritmo del primo, Ticozzelli e Savino mettono in difficoltÓ diverse volte Sartirana sulla fascia, Onorini e Zitta a metÓ campo sono una coppia ben integrata, mentre dietro sono un p˛ macchinosi.

La Pro cerca di contenere senza rinunciare a pungere, anzi con una punizione di Cerrone dal limite sfiora il sette, Rovellini cerca il goal da fuori e Frara quando si gioca di rimessa, per di pi¨ in un derby Ŕ incontenibile, infatti al 60░ lanciato da Rovellini parte a razzo con i difensori legnanesi che gli arrancano dietro, tiro teso che Belletta intercetta sfera che arriva nei pressi del Bomber lasciato solo nei pressi dell'area piccola pallone su un piatto d'oro per Bardelli la palla arriva sul destro mentre Belletta Ŕ colto in contropiede, ..... carica il colpo colpisce al volo, parte una botta violentissima, ...attimi interminabili in attesa che la palla gonfi la rete,.....la legnata dell'ex granata si stampa con un suono sordo in pieno sulla traversa, il tiro Ŕ talmente forte che la palla ha il suo primo rimbalzo oltre il limite dell'area di rigore, ..con tutti i giocatori fermi ormai convinti della rete del raddoppio biancobl¨, sarÓ il biondo Lesca a liberare dopo qualche secondo di immobilitÓ assoluta dei giocatori nei pressi dell'area.

Al 75░ subissato dai fischi esce Zitta, al suo posto Maroso inserisce Norbiato per dare pi¨ forza all'attacco, ma la giovane punta non incide pi¨ di tanto, negli ultimi minuti il ritmo e l'intensitÓ del gioco calano e la Pro porta a casa la vittoria nel derby.

 

 

Qui sotto il tifo dei Tigers Supporters in un derby degli anni '80

 

 

TORNA INDIETRO

 

Torna alla storia della Pro Patria